2013_BIOPISCINA - TRAME VERDI

Vai ai contenuti

Menu principale:

BIOISCINA, Pavia
2013
 
Volendo creare una piscina per lo svago della famiglia e per abbellire un angolo del giardino, si è optato per una soluzione naturale, realizzando una biopiscina, che utilizza una serie di piante acquatiche specifiche come filtro biologico. 
La biopiscina è composta da due vasche comunicanti: la piscina vera e propria ed una vasca più piccola, che costituisce il filtro che mantiene l’acqua perfettamente balneabile. Il filtro è costituito da diversi strati di ghiaia a diversa granulometria, da piante fitodepuranti e da bivalvi. Una elettropompa garantisce il ricircolo dell’acqua. L’impermeabilizzazione è garantita da un telo in Lega di Poliolefine Flessibili (FPO), completamente atossico, resistente ai raggi UV, alla penetrazione delle radici e alle trazioni meccaniche, con garanzia di vita pressoché illimitata e comunque superiore ai 20 anni.
Lungo i bordi della piscina è stata quindi realizzata una pavimentazione utilizzando i materiali Bowland Stone di Agrigarden.

Piante utilizzate: Juncus effusus, Lythrum salicaria, Typha minima e latifolia, Iris pseudacorus e germanica, Butonus umbellatus, Carex acutifolia, Nynpheae alba, Stratioides aloides.

In collaborazione con arch. Licia Gaia SORTINO e con Ecosistemi Srl, spin-off accademico dell’Università degli Studi di Pavia.
Pavimentazione realizzata da Riccardo Magnani.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu